martedì 30 gennaio 2018

CARLA COLOMBO - OGNI GIORNO E' UN NUOVO SOLE

CARLA COLOMBO - Cercami in un sogno

Cercami in un sogno stanotte
nella limpida goccia di rugiada
sul filo d'erba in primavera
lungo il sentiero del giorno.

Cercami in un sogno stanotte
nello stupore di sguardo innamorato
luce che cade dagli occhi 
come stella d'agosto.

Cercami in un sogno stanotte
nella brina d'argento sul prato assonnato
manto sofficie di un lungo letargo
e scrigno di gemme preziose.

Cercami in un sogno stanotte
e se il sogno tarda a venire
stendi la mano lentamente
mi troverai accanto a te

..e la realtà sarà più bella
del più bel sogno dei tanti sogni.

......


Ecco una poesia davvero stupenda che esprime sentimenti d'amore puri e cristallini, una delle tante  scritte nel libro 'Ogni giorno è un nuovo sole'.
Cara Carla le tue poesie accompagnate da stupende opere rappresentano perfettamente la dolcezza del cuore, anche le riflessioni sono sempre molto interessanti come 
' Nell'afa del pomeriggio,
Ho deciso di lasciare 
Al loro destino
Gli avanzi del giorno'
bellissima ..

Le tue poesie mi sono piaciute tutte, alcune in particolare, 'IL SI del "per sempre" dedicata a tuo figlio in un giorno importante,  e poi la poesia dolcissima 'Oh.. se potessi!', mi piacciono tutte .

Per quanto riguarda le tue opere sono tutte molto belle, per la verità tutti i tuoi dipinti sono sempre sempre molto belli, carichi di emozione e di passione, di colori e trasmettono sentimenti intensi.
Il tuo libro rappresenta proprio parte di te con tante poesie e tanti dipinti..

grazie.

martedì 23 gennaio 2018

Sandor Petofi - Che cosa le dirò



SANDOR PETOFI - Che cosa le dirò?

Lungo tutta la strada, verso casa stavo pensando
come rivolgerò io la parola a mia madre? da tanto 
non la vedo.


Che cosa subito le dirò? Qualcosa di caro, di bello?
Quando colei che la mia culla faceva dondolare
allargherò le sue braccia?

E mi vennero in  mente innumerevoli pensieri,
uno dell'altro più bello mentre il tempo
senbrava fermarsi, eppure la carrozza correva.

E nella piccola stanza irruppi...
e mia madre volò verso di me..
e sulle labbra pendei.
senza parole..
come sull'albero un frutto.

lunedì 22 gennaio 2018

Un libro interessante : P.Montalbetti -





















da Io e Lucio Battisti di Pietruccio Montabetti:

"Paragonerei il lavoro di Lucio a quello di un pittore:
per anni ha dipinto immagini di grande suggestione,
spaziando nei vari generi e non diventando
mai la replica di se stesso, come invece fanno 
molti artisti italiani....."


sabato 20 gennaio 2018

David Maria Turoldo Vieni Signore

Vieni, Signore

Vieni di notte,
ma nel nostro cuore è sempre notte:
e, dunque, vieni sempre, Signore.
Vieni in silenzio,
noi non sappiamo più cosa dirci:
e, dunque, vieni sempre, Signore.
Vieni in solitudine,
ma ognuno di noi è sempre più solo:
e, dunque, vieni sempre, Signore.
Vieni, figlio della pace,
noi ignoriamo cosa sia la pace:
e, dunque, vieni sempre, Signore.
Vieni a liberarci,
noi siamo sempre più schiavi:
e, dunque, vieni sempre, Signore.
Vieni a consolarci,
noi siamo sempre più tristi:
e, dunque, vieni sempre, Signore.
Vieni a cercarci,
noi siamo sempre più perduti:
e, dunque, vieni sempre, Signore,
Vieni, Tu che ci ami:
nessuno è in comunione col fratello
se prima non è con Te, o Signore.
Noi siamo lontani, smarriti,
né sappiamo chi siamo, cosa vogliamo:
vieni, Signore,
vieni sempre, Signore.

Pablo Neruda - poesie

La notte nell'isola

Tutta la notte ho dormito con te vicino al mare nell'isola. Eri selvaggia e dolce tra il piacere e il sonno, tra il fuoco e l'acqua.

Ode al giorno felice

Tu al mio fianco sulla sabbia, sei sabbia, tu canti e sei canto. Il mondo è oggi la mia anima, canto e sabbia, il mondo oggi è la tua bocca, lasciatemi sulla tua bocca e sulla sabbia essere felice, essere felice perché sì, perché respiro e perché respiri, essere felice perché tocco il tuo ginocchio ed è come se toccassi la pelle azzurra del cielo e la sua freschezza.

lunedì 15 gennaio 2018

William Shakespeare Sonetto 75

Come il cibo alla vita sei per me,
come alla terra acquazzoni di maggio,
e per tuo amore così mi tormento
come per l'oro suo pena l'avaro

che del possesso ora esulta, ma già
teme che i suoi tesori involi il tempo:
e ora bramo di starti unico accanto
ora che il mondo ammiri il mio piacere,

sazio talor soltanto del vederti,
poi subito affamato di uno sguardo;
e non v'è gioia ch'io tenga o insegua,
se da te non l'attendo o non m'avanza.

Così divoro e languo ognor, vorace
tutto afferrando o morendo di fame.

William Shakespeare

La gioia dei colori danzanti


Danzano i colori
accompagnati
dalla musica,
danzano
e fanno sognare
il mare.
Danzano i colori
con i suoni
della vita.
Conchiglie che tornano
a riva
con le onde.
Danzano i colori
e regalano
gioia.

Sassi colorati che
luccicano
al sole.
 
Questa è
la gioia che
trasmettono
i colori
danzanti.