martedì 17 aprile 2018

HELP ME testo - DIK DIK





È partito il 18 Settembre
ed a Huston c'è un sacco di gente,
«PRIMO UOMO CHE ARRIVA SU GIOVE»
un boato di applausi: si muove.
C'è sua moglie in sala controllo
tra due mesi avrà il primo figlio;
sono tutti sicuri ed allegri
solo lei sembra proprio che preghi.
D'improvviso si vede una luce
dallo spazio arriva una voce,
ma si sente lontana lontana,
sembra proprio Mc Kenzie che chiama:

«Help me, help me, help me, yeah»
poi silenzio, non si sente niente più

solo help me, help me, help me, yeah
poi silenzio e niente più.

Hanno detto: «c'è un guasto banale,
ma Mc Kenzie può ancora arrivare»
ed intanto si è perso il contatto;
c'è chi dice c'è stato un impatto.
Son passati tre anni a Settembre,
di Mc Kenzie non resta più niente.
Solo un nastro che ha registrato
una voce di uomo impaurito:

«Help me, help me, help me, yeah» . . .

«Non hai mai conosciuto tuo padre,
era un uomo importante, tesoro
è quell'uomo vestito d'argento
è la voce che senti ogni tanto:

"Help me, help me, help me, yeah"» 

HAI MAI PROVATO A GUARDARE IL CIELO - POESIE DI ARNOLDO FOA'




Hai mai provato
A guardare il cielo
A stenderti su un prato
accarezzare un fiore
a seguire con lo sguardo
cime, foglie, aurore
che spuntano di nuovo tra l’azzurro e il sole.
Hai mai provato
A guardare il mare
Come tu fossi un pescatore,
silenzioso sulla riva,
A seguire con lo sguardo
una scia che traccia rosso l’orizzonte
Scoprire che unisce l’oriente e l’occidente.
Hai mai provato
a scegliere una via
come tu fossi un viaggiatore,
lasciarti trasportare dall’istinto
andare in giro per il mondo
tra mari, monti, pianure, deserti
imbrigliare muto o guidare un sentimento.
Hai mai provato
A costruire un sogno
Come tu fossi un costruttore,
soltanto con l’aiuto del tuo cuore,
Senza avere per le mani una città
Un progetto, un permesso, una licenza,
grattacieli e grandi i spazi di speranza.
Hai mai provato
A guardare il cielo,
a lasciarti guidare da una stella
a far della tua vita un sogno
lasciare ogni cosa che si avveri
come nella favola più bella.

domenica 15 aprile 2018

Scopello VC 15.04.2018


Il fiume si riempie d'acqua,
la neve si scioglie
lentamente,
e la primavera
cerca di spuntare
nel cuore
delle persone.
E i colori
vivaci rallegrano
la vita.
Il fiume è un grande
esempio vitale,
con la sua acqua fresca,
rinfresca
anche i pensieri.


domenica 1 aprile 2018

Campane di Pasqua di Gianni Rodari

 
 
Campane di Pasqua festose
che a gloria quest’oggi cantate,
oh voci vicine e lontane
che Cristo risorto annunciate,
ci dite con voci serene:
“Fratelli, vogliatevi bene!
Tendete la mano al fratello,
aprite le braccia al perdono;
nel giorno del Cristo risorto
ognuno risorga più buono!”
E sopra la terra fiorita,
cantate, oh campane sonore,
ch’è bella, ch’è buona la vita,
se schiude la porta all’amore.